Alumotion con il MADE competence center di Milano a supporto delle imprese: ecco il primo bando da 1,5 milioni di € per l’Industria 4.0!

Essere al fianco delle imprese del territorio per sostenere i loro progetti di sviluppo e di trasformazione digitale verso Industria 4.0 è molto più che una speranza o un desiderio: è un impegno concreto, che abbiamo scelto di portare avanti collaborando con tanti partner d’eccellenza all’interno del progetto MADE

MADE è uno degli 8 centri di competenze tecniche e manageriali nato grazie al Piano Nazionale Industria 4.0 all’interno del quale diverse realtà della ricerca e dell’industria – tra cui Politecnico di Milano, Bosch, Brembo, IBM e STMicroelectronics – mettono a disposizione le proprie conoscenze, il metodo e gli strumenti per ottimizzare ciascuna delle fasi che compongono il cosiddetto “ciclo di vita” di un prodotto, dalla progettazione alla sua dismissione.

L’impegno di MADE segue tre diverse direttrici: quella dell’orientamento, che consiste nell’informare le imprese rispetto alle potenzialità insite nel passaggio a Industria 4.0 e mostrare i risultati che si possono ottenere; quella della formazione, attraverso corsi e momenti ad hoc; quella di trasferire le competenze e implementare le soluzioni tecnologiche a seguito di un’attività di affiancamento sui progetti.

In quest’ottica i partner di MADE, tra cui Alumotion, hanno scelto di collaborare alla creazione di un grande Competence Center da 2.000 mq sito a Milano, in via Durando al civico 10, con spazi per le dimostrazioni, sale riunioni, aule per la formazione e un coworking.

made competence center milano

Accanto a questa struttura, a novembre 2019 è stato attivato il primo bando, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico per 1,5 milioni di euro.

Attraverso questo bando MADE si propone di accompagnare e sostenere l’attività delle aziende che hanno un buon livello di maturità tecnologica (Technology Readiness Level, TRL) e vogliono portare avanti progetti in grado di “sviluppare il settore o l’ambito di riferimento e di generare ricadute industriali anche in altri ambiti/settori attraverso cambiamenti e/o miglioramenti nell’architettura dei prodotti, dei processi o nella struttura organizzativa

Possono accedere al bando tutte le aziende che hanno un livello di TRL almeno uguale o superiore a 5 e, attraverso le operazioni pianificate, vogliono raggiungere un punteggio pari almeno a 7 in questa particolare scala.

Un altro aspetto che sarà tenuto in particolare considerazione per l’assegnazione dei contributi è la sicurezza: “Saranno valutati positivamente – si legge nel bando – quei progetti in cui l’impiego delle nuove soluzioni tecnologiche sia orientato anche a contribuire, in applicazione del principio della prevention through design, alla riduzione dell’esposizione dei lavoratori ai rischi per la loro salute e sicurezza”.

Il bando definisce anche i “costi per servizi richiesti a uno o più partner di MADE o per strumentazione e attrezzature da essi acquistati” che “non potranno complessivamente superare il 20% del costo totale del progetto”.

Nel rispetto di questa cornice, imprese di ogni dimensione (dalle più grandi fino a quelle piccole e medie, che possono partecipare anche attraverso la costituzione di aggregazioni finalizzate) hanno la possibilità di concorrere per ottenere finanziamenti che possono arrivare a copertura del 50% dei costi sostenuti e documentati, e comunque con un limite massimo di 200.000 € di contributo per ogni singolo progetto, fino a esaurimento della dotazione disponibile.

Per presentare le proprie richieste di partecipazione al bando, le imprese hanno tempo fino al 20 gennaio 2020.

Il bando è disponibile a questa fonte.

I documenti da compilare sono disponibili a partire da questo indirizzo.

Commenti disabilitati